SBLOCCO DI SPALLA CONGELATA ….. UNA PROCEDURA TOTALMENTE AMBULATORIALE !

La Capsulite adesiva detta comunemente “spalla congelata “ è una patologia che puo’ essere molto invalidante in quanto il dolore e la rigidità della spalla possono  evolvere in una rigidità totale di spalla .

La capsulite  adesiva solitamente per essere risolta necessita di un trattamento manipolativo sulla spalla, con il fine di rompere le “briglie aderenziali” che impediscono il movimento della capsula articolare .

Questa procedura è assolutamente molto dolorosa per il paziente  e il dolore risulta  tanto piu’ ingravescente quante più aderenze siano  presenti .

Solitamente il trattamento manipolativo viene eseguito da un Ortopedico  in sala operatoria , che effettua sul paziente la manovra cosiddetta di “sblocco “  in anestesia generale , o quantomeno sedazione profonda .

Questa tipologia di trattamento risulta comunque impegnativa per il paziente perché a fine anestesia avvertirà dolore e comunque dovrà effettuare un ricovero di Day Surgery per smaltire i farmaci della sedazione  nelle successive  ore del post operatorio , prima di  essere dimesso .

L’ alternativa “piu’ moderna “, quindi efficace ed efficiente consiste nell’ effettuare la procedura di sblocco previa anestesia loco-regionale periferica  ( plesso brachiale per via interscalenica ) , la quale in mani non totalmente esperte comunque viene eseguita in sala operatoria , con concentrazioni di farmaci inadeguate , con tecnica Ens ( assolutamente non precisa per evitare gli effetti collaterali ), oppure ecoguidata ma in maniera grossolana .

Le Tecniche avanzate utilizzate da ANESTESIA ORTOPEDICA permettono di praticare tale procedura in regime totalmente ambulatoriale , ossia senza ricorrere alla sala operatoria , a sedazione del paziente , oppure incorrere in temibili effetti collaterali da anestesia loco-regionale eseguita in modo grossolano .

Leave a Reply